Search
  • Maurizio

Il ritorno del prof. Attilio Scienza


Venerdì 19 gennaio è ritornato nelle Langhe il prof. Attilio Scienza, invitato dalla Fondazione Mirafiore, per tenere una conferenza dal titolo “Chi ha paura della genetica”. Per noi questa è un’occasione per riprendere il discorso che avevamo già avviato 2 anni fa, pubblicando l’articolo nel quale il prof. Scienza spiegava il suo lavoro di ricerca genetica con l’obiettivo di produrre vitigni resistenti alle malattie senza ricorrere agli OGM, percorrendo invece la strada del “genoma editing” cioè dell’intervento su segmenti di DNA.

In questa nuova conferenza il professore non si è limitato a ripetere le cose già dette in passato ma ha portato 2 novità importanti. La prima è la costituzione di una Fondazione pubblico/privata che sta di fatto finanziando la ricerca di Scienza con l’obiettivo di portare sul mercato vitigni resistenti che siano patrimonio comune della collettività dei produttori e non proprietà di una multinazionale o di un istituto privato. Il ricavato di queste eventuali vendite dovrebbe rimanere alla Fondazione per finanziare la ricerca stessa. La seconda grande novità riguarda la legislazione.

Come sappiamo, i vitigni geneticamente modificati non erano ammessi dalla legislazione italiana (a differenza della Germania). Un pronunciamento recente della Corte Europea liberalizza l’usodi questi vitigni in tutta Europa e quindi anche l’Italia dovrà prenderne atto. E’ opportuno ricordare che non si tratta di organismi geneticamente modificati, cioè non sono frutto di incroci tra specie diverse. Si tratta di interventi su sequenze di DNA che rendono la pianta resistente alle malattie della vite, sempre all’interno del DNA della stessa specie.

Blog by Maurizio Rosso.